Corsi on-line

Combattere lo spam su vBulletin

  • CommentiScrivi un commento
  • ForumDiscuti sul forum
  • Prev
  • NextCombattere lo spam su vBulletin
    Pagina 2 di 5

Chiunque si trovi a gestire un forum sa quanto sia importante (e grandemente fastidioso) il problema dello spam. Non è infrequente, infatti, che queste piattaforme vengano prese di mira da degli spammer desiderosi di invaderne le pagine con pubblicità di ogni tipo (spesso e volentieri si tratta di link a siti illegali, casinò, pornografia, ecc.).

Talvolta lo spammer è umano (si tratta cioè di una persona in carne ed ossa che si prende la briga di iscriversi e postare messaggi spazzatura) ma molto più speso si tratta di spambot, cioè di software che - automaticamente! - completano moduli di registrazione e postano spam in quantità industriale. Il rischio, come è evidente, è di ritrovarsi ben presto con le pagine web inagibili perchè invase di spazzatura con l'ovvia conseguenza di vedere il forum morire sotto tonnellate di spam (gli utenti reali se ne vanno in cerca di lidi più tranquilli e puliti).

L'articolo continua dopo la pubblicità

Al fine di arginare il problema è necessario adoperarsi con buona volontà ed impegno: i moderatori, infatti, devono impegnarsi nel tenere pulito il forum cancellando i post spazzatura ed allontanando gli spammer. Molto spesso, però, questa attività diventa particolamente complessa ed onerosa, soprattutto quando il forum in questione è molto frequentato e riceve centinaia di nuovi contributi al giorno!

Automatizzare i controlli

Una tecnica efficace a limitare il problema consiste nel configurare con attenzione la piattaforma (eliminando, ad esempio, alcune situazioni di vulnerabilità) ed anche attivando dei sistemi di verfica automatica in grado di analizzare in tempo reale le richieste di registrazione ed i post inviati alla piattaforma. Così facendo, infatti, viene bloccata una buona parte dello spam con notevole alleggerimento del carico di lavoro dei moderatori.

Ovviamente, è bene precisarlo, questi sistemi non sono perfetti: la loro capacità di riconoscere lo spam è molto elevata ma può succedere che talune attività non vengano identificate o, viceversa, vengano erronamente classificate come indesiderate alcune attività legittime (si tratta del problema dei "falsi positivi"). L'integrazione di questi sistemi, dunque, è importante ma non sufficiente a garantire la pulizia della piattaforma: l'attività di moderazione dello staff, pertanto, è e resta un'attività ineludibile al fine di garantire il buon funzionamento della comunità.

Fatta questa doverosa premessa passiamo ai fatti ed analiziamo le varie tecniche attraverso le quali arginare il problema dello spam sulla piattaforma vBulletin, uno dei board più diffusi al mondo per la gestione di community.

Arginale lo spam su vBulletin

Arginare lo spam su vBulletin richiede pazienza e lavoro. Un buon punto d'inizio consiste nel settare correttamente alcune delle opzioni offerte nativamente dal board agendo con perizia all'interno del pannello di controllo in veste di amministratore.

E' bene ricordare, inoltre, l'importanza di effettuare periodicamente una adeguata manutenzione al software: installare per tempo le patch di sicurezza e/o le nuove versioni di solito aiuta a prevenire non solo lo spam ma altre spiacevoli sorprese. Un software "bucato", infatti, può aprire facili vie d'accesso agli spammer che potrebbero invadere ogni vostra pagina con contenuti malevoli, nascosti, ecc.

Detto questo vediamo come effettuare un corretto setup di vBulletin al fine di limitare i rischi connessi allo spam.

Corsi
  • Corso Joomla!
    Corso Joomla!
    Creare siti web utilizzando Joomla! 2.5. A partire da 29 €
  • Corso WordPress
    Corso WordPress
    Creare siti e blog di successo con WordPress. A partire da 29 €
Vedi anche...
Guide